La circolazione è cosa

Circolazione - wikipedia. cos'è la circolazione

D.N.. Ushakova

CIRCOLAZIONE, circolazione-circolazione, molti. circolazioni, ·муж. (·франц. disegnare, ·букв. tirando fuori).1. Il prossimo sorteggio per determinare quella parte delle obbligazioni del prestito vincente o altro tipo di obbligazione, che questa volta dovrà essere rimborsata restituendo il valore delle obbligazioni ai rispettivi proprietari. Questo legame è ora in circolazione (molto è caduto su di esso e deve essere ripagato).| Estrazione delle vincite in un prestito o in una lotteria. Nell'ultima estrazione ho vinto mille rubli.2. Numero di copie, in cui ha pubblicato o pubblicato qualsiasi edizione stampata. Giornale con due milioni di tirature o tirature. Le opere dei classici russi furono pubblicate durante l'era sovietica in enormi edizioni.3. Numero di prodotti fabbricati (per esempio.. nel settore del vino; specialista.).• Disconnettersi (disconnettersi) in circolazione (ferro.) – piume

esci (disconnettersi) fuori servizio, cessare (fermare) goditi l'attenzione, riconoscimento, diventare (diventare) obsoleto. Questo cantante è già in circolazione.

"Generali, che non sono ancora apparsi in circolazione, sono per la maggior parte parte di alcune istituzioni centrali forti ". Leskov.

Storia

Libri del primo periodo di stampa dei secoli XV-XVI, i cosiddetti incunaboli, di solito aveva una circolazione fino al 500 copie. Circolazione del primo libro russo, "Apostolo" 1564 dell'anno, definito in modi diversi - da 600 per 2000 copie. Nel XVII secolo fu stabilita la circolazione standard dei libri russi 1200 copie (cento dozzine, t. n. "Uscita"). Molte pubblicazioni popolari hanno superato questo numero., ad esempio, "Azbuka" Burtsov 1634 dell'anno è uscito in modo enorme per gli standard di quel tempo 6000 copie. Nonostante lo sviluppo generale del business della stampa, la circolazione dei libri rimase bassa fino al 1880 - 1200 o 2400 copie.

Circolazione di periodici (riviste, almanacchi, giornali) erano anche insignificanti. La tiratura media della rivista all'inizio del XIX secolo era 500 copie, solo alcune riviste, come "Libreria da leggere", "Northern Bee" o "Note della patria", ha raggiunto record di 3-5 mila. Nella seconda metà del XIX secolo la circolazione aumentò gradualmente: la tiratura media di una rivista spessa era di 3-5mila. copie, sottile - a 50 migliaia, giornali - a 25 mille. In questo periodo, i supplementi di libri alle riviste divennero i principali divulgatori della letteratura., la cui circolazione, come "Rodina", raggiunto a 120 mille.

La tiratura del primo quotidiano russo Vedomosti variava da 30 per 4000 copie. Entro il 1890, la circolazione dei singoli giornali raggiunse i 50-70 mila. copie, dopo la rivoluzione del 1905-1907, la circolazione dei giornali aumentò ancora di più, raggiungendo il livello dell'Europa occidentale.

Valuta l'articolo